Chamonix

A Chamonix ogni stagione é quella migliore. E Chamonix è uno dei luoghi più incantevoli che abbia mai visto. Per questo va visitata e rivisitata.

A pochi chilometri oltre il confine che separa Italia e Francia, subito dopo il traforo del Monte Bianco, Chamonix è a tutti gli effetti “un paese di montagna” o forse sarebbe meglio dire una “città di montagna” sovrastata dal Monte Bianco.

Anche se qui, in inverno, si viene principalmente per sciare, Chamonix si distingue dagli altri paesi di montagna -della vicina Valle d’Aosta, per esempio- per la possibilità di praticare un milione di attività anche diverse da quelle più strettamente sportive.

Per questo motivo quest’anno, con la piccola Maya che non può ancora sciare, abbiamo scelto la capitale francese dello sci per la nostra vacanza invernale senza sci.

Chamonix è uno degli unici luoghi al mondo in cui alzare lo sguardo, da qualsiasi punto di vista, significa trovarsi faccia a faccia con il massicio del Monte Bianco.

Non c’è motivo di prenotare una camera con vista. Tutta Chamonix è visione!

Chamonix ha delle piste da discesa straordinarie, dei percorsi per lo sci alpinismo incredibili, ma è anche perfetta per chi non ha intenzione di dedicarsi allo sci o alle lunghe escursioni. Questo perché annoiarsi di/a Chamonix è impossibile.

Cosa fare a Chamonix?

1 giorno

IL CENTRO DI CHAMONIX

Una passeggiata nel centro di Chamonix che, a differenza di molte altre location montane, è piuttosto grande.

Sono stata a Chamonix diverse volte e ancora non l’ho vista tutta. Inoltre, Chamonix pullula di locali davvero cool e adatti a tutte le tasche in cui rilassarsi in ogni momento della giornata. Tutta la Rue des Moulins è costellata di locali aperti fino a notte.

A 650 metri dal centro, invece, noi ve ne consigliamo certamente uno: laMicro Brasserie de Chamonix MBC.

2 giorno

MER DE GLACE

L’incredibile e toccante visita al Mer de Glace, il più esteso ghiacciaio del monte Bianco.

Il Mer de glace è raggiungibile da Chamonix con una corsa di 20 minuti su un piccolo treno rosso a cremagliera. Il ticket costa 34 euro e il trenino è frequentato da bimbi di tutte le età e da cani di qualsiasi stazza.

Le Mer de Glace è un’immensa lingua di ghiaccio in cui confuiscono 3 ghiacciai minori.

Questo luogo incantato, tuttavia, non fa nulla per nascondere le sue ombre.

20191231_1203093474001095732581276.jpg

Questo cartello, come gli altri disseminati sulla gradinata che porta alle grotte, indica il livello del ghiacciaio nel 1990.Il ghiacciaio più grande del monte Bianco è in agonia.

All’inizio degli anni ottanta, la Mer de Glace ha cominciato a ridursi inesorabilmente. In poco più di trent’anni, il suo fronte è arretrato di 700 metri, mentre il suo livello si è abbassato di 110 metri.

Gli operatori turistici hanno dovuto far costruire una scalinata per portare i visitatori alla base del ghiacciaio. E di anno in anno hanno dovuto aggiungere sempre più gradini. Oggi questa scalinata conta 480 scalini.

Dovrete percorrerli tutti per arrivare alle Grotte di ghiaccio del Mer de glace.

Quando avevo 2 anni, la mia famiglia mi portò a Chamonix, ma l’ingresso alle Grotte di ghiaccio era severamente vietato ai bimbi piccoli.

Mia figlia di 20 mesi è potuta entrare, nel 2019, semplicemente perché le Grotte non sono più all’interno del ghiacciaio, in profondità, ma sulla sua superficie raggiungibile, come dicevamo, con una semplice scalinata.

“Toccare” il cambiamento climatico. È anche per questo che dovete venire a Chamonix. (Anche l’Islanda è un luogo indicato a questo genere di esperienza)

Ovviamente -e nonostante questo- il Mer de Glace e le sue grotte sono una visione stupefacente e indimenticabile, che vi lascerà principalmente meraviglia nel cuore.

3 giorno

AGUILLE DU MIDI

L’Aguille du Midi è la cresta rocciosa più alta delle Aguilles di Chamonix.

Poter comodamente accedere all’Aguille de Midi, dopo averla ammirata per giorni dal basso, ha qualcosa di mostruoso. E di sublime.

20200102_1133132017983015784573453.jpg

Di mostruoso perché, di fatto, la montagna è stata scavata per permettere a noi incapaci di vedere ciò che gli alpinisti vedono.

Di sublime, perché lo spavento e la meraviglia che ci assale, sempre più intensamente, avanzando verso il Monte Bianco, ha tutte le caratteristiche del sentimento descritto da Kant nella Critica del Giudizio.

Arriverete a 3842 metri e vedrete il Monte Bianco davanti e voi e tutto il massiccio del Monte Bianco sotto di voi. Sentirete la montagna, vi sentirete parte della sua maestosità e, per quanto ne so, vi sentirete felici.

Il biglietto per vedere tutto ciò non è economico. Andata e ritorno vi costerà 65 euro. I più capaci potranno scendere dall’Aguille du Midi con gli sci, un’esperienza davvero esaltante che spero di poter fare al più presto.20200102_1031073313773590469932690.jpgTutti gli altri dovranno accontentarsi di una vista incredibile e del famosissimo PASSO NEL VUOTO,

una cabina fatta di 3 strati di vetro a prova di sfondamento e anche di venti sino a 200 chilometri allora, che vi permetterà di restare “appesi” con più di mille metri di vuoto sotto i piedi.20200104_2020084633588505219877821.jpg