E comunque a me piace il sud.

di Donata D’ambros

Penso che ci siano mille motivi che spingono le persone a prendere un autobus, un treno, un aereo, mettere il “necessario” in valigia e partire. Io parlerò di me, perché sono troppo giovane ancora per poter parlare degli altri. Io viaggio per sentirmi meglio, perché su di me ha sempre avuto questo effetto. È iniziato così il mio viaggio in Puglia.

puglia1Una mattina ho aperto gli occhi e ho capito che, anche se per poco, era arrivato il momento di mettere dei chilometri tra me e il “qua”. Potrei mettermi a filosofeggiare sulla forza che si prova camminando con uno zaino essenziale sulle spalle; sul bisogno della distanza che spesso affligge molti di noi, terrorizzati da una vita scandita da riti e routine; sulla necessità che avverto di capire il mondo e i suoi confini…non lo farò, dirò solo come sono andate le cose.

puglia5Con un budget limitato e tante aspettative ho chiamato una compagnia di autobus che quotidianamente fornisce collegamenti tra nord e sud, ho comprato i biglietti e dopo tre giorni sono partita.

La notte della partenza è scivolata sull’asfalto dell’autostrada, mano a mano i pensieri si confondevano con le parole che sputava l’I-pod: si fa sempre “casino”, è sempre difficile riuscire a separare questa fantasia dalla realtà…e poi la voce dell’autista ti ricorda che è ora di pisciare, e la tua vescica ti riporta con i piedi per terra, su questo mondo, nel parcheggio di un autogrill, un po’ sola…e mi aggiravo tra gli scaffali di cibo, di best-seller e di accessori inutili a cercare che cosa non lo so, ma dovevo trovare il bagno.

puglia4Al mio arrivo a Manduria avevo chi mi aspettava, e ne avevo bisogno , di un’amica lontana dal mio mondo che mi aspettasse nel suo…siamo salite sulla Yaris rossa e siamo partite sfrecciando via tra le campagne di ulivi, lungo una strada costeggiata da muretti di sasso precari, fichi d’India e piante di Agave.

Le case della gente del Sud sono grandi e fresche e profumano di siesta, di asciugamani stesi, di basilico e salsa di pomodoro appena fatta.

I pomeriggi là trascorrevano lenti, caldi e ventilati, e il mare ci aspettava; il mare ti chiama e lo sa che hai bisogno di liberare tutta l’acqua salata che ti tieni addosso, la puoi mescolare con la sua, e non è niente… I pomeriggi sono stati colmati da visite a paesini sulla costa, posti rimasti vecchi di sessant’anni, che si sono rifiutati di accelerare: pescherie fatiscenti, tavoli apparecchiati con tovaglie di tela cerata e sedie di plastica consumate dall’aria salmastra e dal sole.

puglia3

Mi sono seduta e ho ordinato un piatto di cozze alla marinara, un bicchiere di vino bianco, e poi vabeh…ho pensato che partire fa bene ma che tante volte si prova a fuggire da se stessi pensando di ritrovarsi nuovi da un’altra parte…penso che si possa “aggiungere”, ma comunque ci si porta dietro sempre tutto.

puglia2Il tempo al Sud è dilatato, abbiamo avuto il tempo di scendere alla spiaggia, a Campo Marino, abbiamo avuto il tempo di passeggiare lungo le saline, di tornare a casa senza un orario e trovare pronto un piatto di pasta ai frutti di mare, abbiamo avuto il tempo di stare sedute a tavola a riempirci lo stomaco di anguria fresca e parlare di matrimoni e funerali davanti ad un caffè.

puglia7Poi è arrivata la sera, e le serate trascorrono tra sagre di paese e feste sulla spiaggia; si beve vino, si fuma e va tutto bene…ho iniziato a ballare e quando mi sono tolta le scarpe è stato ancora meglio perché la sabbia era morbidissima, e poi nell’aria c’era profumo di pineta e di timo, e sono stata quasi felice.

Qualche giorno dopo abbiamo caricato la macchina di quel che ci serviva e siamo partite per il Salento: San Foca, Torre dell’Orso, Otranto.

puglia10
Scogli di Torre dell’Orso

Abbiamo dormito in campeggio, era un agricamping ed era perfetto. Ho montato la tenda, quella che si monta da sola, che si compra alla decathlon. Ero già in ansia al pensiero di doverla smontare però, perché la fanno facile, all’inizio è sempre facile, il problema è dopo, quando tutto finisce, che bisogna ripiegare la tenda nel modo più corretto possibile, metterla via.

puglia9
Torre dell’Orso

Il campeggio sotto la coltivazione di ulivi è stato un paradiso, soprattutto perché il proprietario ci ha trattate come figlie, con le raccomandazioni appena ci vedeva prendere la macchina e le sue premure nel tenerci da parte i gettoni per l’acqua calda.

puglia13
Cava di bauxite

La musica reggae e le cicale hanno fatto da colonna sonora alle nostre serate e il profumo di erba ha accompagnato i nostri sonni tutte le notti. Le giornate sono trascorse tra trekking, “scarpinate” sulle scogliere, tuffi e nuotate fra i faraglioni di S.Andrea.

Poi ci sono stati i concerti, Melpignano, le imprecazioni perché avevamo le gambe a pezzi e ci siamo sorbite 4 gruppi spalla prima di sentire suonare un coglione, giusto per urlare quattro strofe sconnesse e riderci su. Poi c’è stato Otranto, e un invasione di ricordi, il castello, le mura, le vie e i negozi, la gente e il profumo di pesce alla griglia che esce dai ristoranti. Il bar sul mare che suona musica anni 90…

otranto vista dalle mura
Otranto vista dalle mura

E poi ho lasciato posto al presente e alle belle persone, perché nonostante tutto il cinismo che ci circonda c’è un sacco di bella gente in giro, e di persone con i loro problemi, così vere e spontanee che ti fanno stare bene solo a guardarle.

puglia17E poi ci sono stati i saluti, perché era ora di tornare; ci sono stati i “ci rivediamo quando torni su”, i “senti riprenditi che così non va bene”, i “grazie”.

puglia14

Un viaggio serve sempre qualcosa, a casa ci torni sempre con un pezzo di te saldato un po meglio. E comunque a me piace il sud.

puglia8
Grotta della Poesia
Ringraziamo Donata per l'intensa riflessione che combacia alla perfezione con il modus viaggiandi di Martrip e va oltre.  Si colloca tra il "viaggiare per sopra vivere" e la stessa frase con una "v" in più e uno spazio in meno. I testi e le splendide foto sono di proprietà esclusiva di Donata D'Ambros. Cliccando su "Donata", nella sezione CATEGORIE, potrete visualizzare tutti gli articoli di Donata su Martripblog. Enjoiatene!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...