Perché tanto di stelle […] arde e cade

foto di copertina di Erind Guri

San Lorenzo. Ma anche il 5, il 6 il 7 e così via, nelle notti di agosto tutti dovrebbero rivolgere lo sguardo al cielo in cerca di una stella cadente a cui affidare i propri desideri.

Cosa sono le stelle cadenti?

stelle croceLe stelle cadenti, che andiamo a cercare con lo sguardo dal basso di prati, spiagge, cofani, deserti e montagne, non sono altro che granelli di energia sprigionati dalla  nube di polveri residue della cometa Swift-Tuttle (tecnicamente conosciuto come lo sciame meteorico delle Perseidi), scoperta nel 1862 dall’astronomo statunitense Lewis A. Swift.

Nelle notti di Agosto, ogni anno, l’orbita della Terra intorno al Sole incrocia quella della cometa; per questo le meteore penetrano nella nostra atmosfera a velocità di circa 60 km/s (216.000 km/h) e si incendiano a causa dell’attrito con l’atmosfera.

Nel veloce processo di disintegrazione avviene un grande rilascio di energia termica e luminosa. Ed è proprio questa scia luminosa – generata dalla combustione – che ci emoziona come se le stelle potessero cadere.

Astronomicamente parlando, la pioggia di meteore che vediamo dal 15 di luglio al 20 di agosto, con un picco intorno all’11 agosto, si chiama “sciame delle Perseidi”, perché sembra visivamente provenire da una zona di cielo localizzata nella costellazione di Perseo. 

Essendo la costellazione del Perseo non semplicissima da individuare, è consigliabile cercare di riconoscere la vicina Cassiopea (famosa per la forma a doppia v) a destra della polare e verso di essa voltarsi fiduciosi.

Le stelle cadenti sono quindi luci che appartengono a corpuscoli di diversa massa che si “consumano” a contatto con l’atmosfera e solo in rarissimi casi raggiungono il suolo terrestre (meteoriti).

Non arrivano sulla Terra, ma dal nostro mondo si vedono benissimo senza dover ricorrere a binocoli o telescopi.

Basta un luogo buio, abbastanza lontano dalle luci del centro.

Dove cercare le stelle nel cielo?

DSC_14161. La Starlight Reserve di La Palma, presso l’osservatorio astronomico di Roque de Los Muchachos. La prima Starlight Reserve sulla Terra, immersa nell’Oceano e posta a 2396 m sul livello del mare vi regalerà l’intera nube di Perseo.

Mount coot tha2. Mount Coot-tha, in Australia. E’ il monte che sovrasta Brisbane; si vedranno le stelle cadere nella baia di Moreton.

bucadellefate3. La Buca delle Fate, sotto a Populonia, a due passi dal Golfo di Baratti. Raggiungibile grazie ad un sentiero/necropoli costellato di tombe etrusche da cui,si narra, esca il suono dei flauti delle fate. E’ abbastanza lontana da qualsiasi centro. Osserverete le stelle cullati dal suono della bassa marea.

SAM_32514. Il deserto di Jaisalmer, ovvero il deserto del Thar, in Rajasthan. Nel silenzio più assoluto vedrete uno dei tramonti migliori del mondo seguito da una miriade di stelle cadenti. Sarete accampati come nella migliore delle avventure. Un difetto? Non potrete accamparvi da soli, dovrete seguire un viaggio organizzato.

Ghiacciaio della tribolazione, Bivacco Pol.jpg5. Al bivacco Pol, (o al Money). La garanzia della completa assenza di luci artificiali. Il buioi verrà interrotto solo dal riflesso delle Perseidi sul Ghiacciaio della Tribolazione.

6. Interessante novità, l’Astrovillaggio d’Europa, in Val d’Ega, ospita meridiane, punti d’informazioni astronomiche, un Osservatorio e un Planetario dove toccare il cielo con un dito grazie a strumenti ottici 3D e a un sistema acustico speciale. I ristoranti vi proporranno una «cena celestiale».

130605807.jpg

7. A Torino sulla cima del grattacielo Sanpaolo, al trentaseiesimo piano, saranno a disposizione alcuni telescopi e anche le consulenze di diversi astrofisici.

lagobino8. Il Prato Grande che anticipa l’arrivo al Lago Bino, un prato che così grande non ce n’è, che anticipa l’arrivo ad uno specchio d’acqua pieno di nifee gialle.

rifugio Arp9. Al rifugio Arp di Brusson. Abbastanza distante da qualsiasi inquinamento visivo, gestito alla perfezione, perfetto!

monte degli ulivi.jpg

10. Sul Monte degli Ulivi, a Gerusalemme. Guarderete le stelle cadere laddove Maometto è asceso al cielo: sulla brillante Cupola della Roccia.

11. Notte delle stelle-calici di stelle promossa dal Movimento Turismo Vino viene celebrata in moltissime piazze e cantine italiane. In Sicilia, ad esempio,a Zafferana Etnea e Pachino.

DSC_160112. A Vinca, minuscolo paesino incastonato tra le Alpi Apuane, sorvegliato dalle cime del Pizzo d’Uccello.

13. IN OGNI LUOGO DEL MONDO, LASCIATE A CASA LE LUCI DELLO SMARTPHONE E RESTATE CON IL NASO ALL’INSU’. Vedrete le stelle cadenti, ma non ci sarà bisogno di desiderare altro.

 

Martripblog è in cerca di fotografi che vogliano donare le proprie immagini di notti stellate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...